Frequently Asked Question

--- DISPOSIZIONE 23 MARZO ---

Ultimo aggiornamento 9 mesi fa

Coronavirus: emanato il decreto che blocca una parte delle attività produttive fino al 3 aprile

Vi metto sotto l'elenco delle attività produttive che continueranno a lavorare, perché inserire nella filiera di produzione di beni essenziali.
Da domani, invece, chiudono tutte quelle che non rientrano in questo elenco, ed hanno tempo fino a mercoledì 25 marzo per bloccare la produzione e fermare i lavori.
Eventuali deroghe devono essere autorizzate dalla Prefettura.

Se guardiamo ai settori del nostro territorio, confermo che continuano a lavorare le cartiere.
Mentre si ferma fino al 3 aprile l'edilizia, il calzaturiero e il nautico.
Sono invece aperte le attività ricettive, che nella bozza non c'erano.
Il decreto inoltre dice che le attività commerciali che erano state chiuse in precedenza (tipo ristoranti, bar, pasticcerie) non possono riaprire il 25 marzo, ma vanno al 3 aprile.

Infine, ribadisce il concetto che non si esce dal Comune in cui si vive se non per motivi di lavoro, urgenza comprovata e di salute.
Questo ha la funzione di impedire a chi si è spostato nel fine settimana di spostarsi di nuovo (deve restare dove si trova) e ha la funzione di provare, nel possibile, a far capire che si deve stare a casa e che non ci si sposta se non per motivi comprovati dal proprio territorio.
La spesa, nei Comuni dove i supermercati ci sono, si può fare nel proprio Comune senza andare in quello che ci piace di più. Il fatto che un negozio ci piace di più non è un motivo valido per spostarsi dal territorio in cui si vive.
Per chi invece vive al confine con altri territori dove ci sono supermercati che gli rimangono più vicini, stiamo affrontando la questione con la Prefettura di Lucca, che ringrazio per il grande lavoro che sta facendo al nostro fianco.

Bisogna però che prima di cercare sempre la deroga per se stessi si inizi a capire cosa ci sta chiedendo il Governo: di stare a casa, andare a fare la spesa una volta a settimana o ogni 10 giorni, evitare tutti gli spostamenti che possono essere evitati.

in allegato documento elenco attività aperte

Attendi, per favore!

Per favore attendere... ci vorrà un secondo!